SITO UFFICIALE

venerdì 29 luglio 2016

Italian Movie Award, 1-7 agosto 2016, Pompei


CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE 
FESTIVAL DEL CINEMA “ITALIAN MOVIE AWARD 2016 
PRESSO IL CENTRO COMMERCIALE LA CARTIERA 

Lunedì 1 Agosto alle ore 20.00, presso il Parco Naturale de La Cartiera, avrà luogo la conferenza stampa di presentazione ufficiale del Festival Internazionale del Cinema ITALIAN MOVIE AWARD” che il Centro Commerciale ospiterà dal 1 al 7 Agosto 2016.  
Il tema della 8° edizione è “La Ricerca”. 
A seguire red carpet, stage-interviste, area masterclass e proiezioni in 4K: il Presidente e Direttore Artistico CARLO FUMO e il conduttore del Festival LUCA ABETE inaugureranno la prima serata con l’attrice siciliana e conduttrice de “Le Iene”, MIRIAM LEONE
Sempre in occasione del giorno di apertura sarà ospite e verrà premiata l’attrice australiana EMANUELLE BAINS, nota al giovane pubblico per il ruolo di “Maddy” nella fortunata serie TV “The Sleepover Club 2”. Al termine della prima serata, la proiezione del film “Un paese quasi perfetto di Massimo Gaudioso

Dal 2 al 4 agosto ampio spazio alla terza edizione dell’Italian Movie Masterclasspercorso di alta formazione cinematografica totalmente gratuito, dedicato a studenti e non, dai 16 ai 45 anni, realizzato in collaborazione con La Scuola di Cinema di Napoli e Transaudiovideo S.r.l. con attrezzature Canon Italia. Durante le masterclass ci saranno le proiezioni speciali del film “Blue Lips di Antonello Novellino e “Banat di Adriano Valerio, per il quale sarà presente il produttore EMANUELE NASPECA
La masterclass si concluderà con la proiezione e con la votazione dei corti in concorso nella categoria “Short Social World Competition. Quest’ultima Sezione è dedicata ai cortometraggi, sviluppati su tematiche sociali, provenienti da tutto il Mondo; quest’anno, su oltre 500 opere pervenute in preselezione, sono stati selezionati 11 cortometraggi provenienti da Italia, Spagna, Iran, Regno Unito, Olanda, Germania, Russia ed Egitto. 

Le serate evento riprenderanno il giorno 5 Agosto con l’ospite più atteso: RAOUL BOVA
Dopo il red carpet e l’intervista sul palco centrale dalle ore 20.30, verrà proiettato il film Zona dombra – Una scomoda verità” regia di  Peter Landesman  con Will Smith, che vince il “Vitruviano D’Argento – Premio Italian Movie Award 2016” come miglior film sul tema della ricerca. 

Sabato 6 agosto, alle 20.30, sarà la volta dell’attrice SABRINA IMPACCIATORE; a seguire verrà proiettato “Perfetti Sconosciuti del regista già ospite e premiato dell’Italian Movie Award 2014, Paolo Genovese

Grande chiusura domenica 7 Agosto, dalle ore 20.30 con gli attori del cast “Gomorra la serie” che vedremo anche nella terza stagione della fortunata serie targata Sky: SALVATORE ESPOSITO (Genny), CRISTINA DONADIO (Chanel) e CRISTIANA DELLANNA (Patrizia). In programma, durante la serata: Premiazioni della categoria Short Social World Competition e Cerimonia di consegna degli attestati dell’Italian Movie Masterclass 2016; a seguire, la proiezione esclusiva di un estratto del documentario inedito realizzato dal festival “Land of Poison in presenza degli autori Paolo Chiariello 
e Carlo Fumo con la collaborazione dello Scienziato Antonio Giordano, il Generale Sergio Costa e Don Maurizio Patriciello
  
Presidente della Giuria, il ricercatore di fama internazionale Dott. Prof. Antonio Giordano, Direttore dello Sbarro Institute for Cancer Research and Molecular Medicine della Temple University di Philadelphia. 
L’Italian Movie Award, grazie alle tematiche sociali trattate negli ultimi 6 anni, riceve le medaglie di bronzo del Presidente della Repubblica Italiana, del Senato e della Camera dei Deputati. Con il patrocinio morale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, con l’adesione della Regione Campania Film Commission, in qualità di membro fondatore del Coordinamento dei Festival Cinematografici Campani.  

L’ingresso all’evento è completamente gratuito 




La cavalcata di Sant'Anna, 31 luglio 2016, San Mango sul Calore



DOMENICA 31 LUGLIO LA CAVALCATA DI SAN MANGO
La Pro Loco di San Mango sul Calore ricorda che la tradizionale "Cavalcata" di Sant'Anna  si svolgerà domenica 31 luglio. L’evento è tra quelli che vantano, nel territorio irpino, una tradizione autentica e ininterrotta nel tempo: ci riporta ai lontani secoli dell’antico regime, quando il sindaco e i dignitari locali si muovevano in corteo per inaugurare l’importante fiera organizzata  presso l'antica chiesa campestre, “sita nella giurisdizione della terra di Santo Mango fuori alla campagna nel luogo detto Ucello, seu Serroni”. Da allora, tutto è rimasto immutato, secondo un  copione ben collaudato dall’amministrazione comunale, cui spetta da sempre l’onore e l’onere dell’organizzazione: si comincerà verso le dieci, quando il corteo equestre (guidato dal  sindaco Gennaro Uva) si snoderà dal municipio per raggiungere, attorno a mezzogiorno, l’antichissima chiesa rurale dedicata a Sant’Anna. Si procederà lentamente per permettere ai cavalieri di lanciare manciate di confetti alle numerosissime persone che s’incontrano durante il percorso. In particolare, i lanci saranno più intensi davanti alla piccola chiesa di san Vincenzo e all’interno della stessa chiesa di sant’Anna, dove cavalli e cavalieri concluderanno la Cavalcata compiendo i rituali tre giri attorno all’altare, avanzando a fatica nella folla in delirio, che cercherà di assicurarsi la maggiore quantità possibile di confetti, associati al culto della santa e considerati apportatori di fertilità e miracolosi per la salute delle donne. Intanto, martedì scorso, La Pro Loco  ha promosso l'apertura serale straordinaria dell’antica chiesa, che è stata scenograficamente illuminata all’arrivo dell’affollata processione religiosa: l’appuntamento ha felicemente chiuso il triduo dedicato alla santa, che quest’anno si è rivelato particolarmente solenne e suggestivo grazie all’impegno del nuovo parroco don Pasquale Iannuzzi e del comitato dei festeggiamenti, che hanno introdotto il bel rito della benedizione dei cavalli scelti per il corteo di domenica.




Dialetto memoria e identità, 4 agosto 2016, Montemarano


Notte della quadriglia, 9 agosto 2016, Caposele


Ballando sotto le stelle, 7 agosto 2016, Montella


mercoledì 27 luglio 2016

Beach Volley 2016, dal 4 al 13 agosto, Conza della Campania


Vi informiamo che anche quest'anno a Conza della Campania  la Pro Loco "Compsa" organizza, in collaborazione con il Bar Dejà Vù, il torneo di beach volley 3 vs 3, nella versione sia maschile che femminile.
Confidiamo nella partecipazione di squadre esterne come già avvenuto in precedenza.
Buon divertimento!!!

Notte Bianca, 29 luglio 2016, Banzano di Montoro


Wine Fredane V edizione 2016, 10.11.12 agosto, Tenuta Ippocrate, Montefredane



Wine Fredane 2016 - V Edizione 
Cultura, musica ed enogastronomia

Dal 10 al 12 agosto presso la suggestiva cornice della Tenuta Ippocrate si terrà la V Edizione del Wine Fredane con tantissime sorprese, buona musica, arte, deliziosi piatti, e, come sempre, il protagonista indiscusso: il vino!

Nelle notti più stellate dell'anno sarà possibile degustare vini di altissima qualità e scoprire, girando con il proprio calice, nuove realtà e territori poco noti della nostra regione e non solo. Infatti tra le novità di quest'anno ci sarà la partecipazione di cantine internazionali che con i loro vini vogliono emozionare e stimolare un sano confronto tra zone di produzione differenti.

A partire dalle ore 19:30 gli ospiti potranno così assaporare il piacere intenso dei grandi rossi, la freschezza dei bianchi e il fascino delle bollicine. E tra un assaggio e l'altro, gustare appieno dei paesaggi e delle prelibatezze gastronomiche tipiche del territorio irpino, in un'atmosfera vivace fatta di tanta buona musica.
L’evento è ad ingresso gratuito.


Incastri: l'arte incontra l'astronomia. 28 luglio Palazzo Reale Piazza Plebiscito, Napoli





Invito al prossimo appuntamento di INCASTRI : l’arte incontra l'astronomia



L'Universo immaginato
dalle Stelle di Democrito ai Buchi Neri di Hawking
immaginazione o realtà?

conversazione con
Massimo Della Valle - Direttore dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte
e
Antonella Cucciniello - Direttrice del Museo di Palazzo Reale



28 Luglio, ore 17:00

Palazzo Reale
Piazza Plebiscito, Napoli



In ogni epoca l’uomo ha immaginato l’Universo secondo le proprie conoscenze filosofiche e scientifiche.
Il direttore dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte, Massimo della Valle,
e il direttore di Palazzo Reale di Napoli, Antonella Cucciniello,
ci accompagneranno in un percorso che parte dalle teorie di Democrito sulle stelle e giunge
all’affascinante studio sui buchi neri di Stephen Hawking, raccontato attraverso i manufatti conservati nel Palazzo Reale,
come l’orologio con planetario del XIX secolo e l’orologio con figura di Atlante che regge il globo.

lunedì 25 luglio 2016

Aida di Giuseppe Verdi, direttore M° Massimo Testa, Arena del Mare Salerno, venerdì 2 settembre 2016


LA GRANDE LIRICA ALL’ARENA DEL MARE di SALERNO - AIDA di GIUSEPPE VERDI

Appuntamento da non perdere venerdì 2 settembre alle ore 21.00 presso l’Arena del Mare di Salerno.
In programmazione nell’IRNO FESTIVAL 2016, AIDA di GIUSEPPE VERDI, con la Direzione Musicale del M°MASSIMO TESTA. Con la partecipazione nel Cast di Artisti di rilievo internazionale, tra cui ROSSANA CARDIA, GABRIELLA COLECCHIA, IGNACIO ENZINAS, ANTONIO STRAGAPEDE. La Regia è di GIANNI GUALDONI. Con l’ORCHESTRA SINFONICA della REPUBBLICA di UDMURTIA, CORO LIRICO di LECCE. Direzione Artistica a cura del M° TIZIANO CITRO
Prevendita già attiva su www.postoriservato.it  Per info 347 9271097.


Petruro di Forino 8.9.10 agosto 2016, Forino Folk Festival





Al via il Forino Folk Festival con tre serate dedicate alle danze e alle sonorità da tutto il mondo nella cornice suggestiva del borgo di Petruro.

A Petruro di Forino (Av) torna l'allegria e la magia delle danze popolari con il Forino Folk Festival, organizzato dall'Associazione Lupetti Petruresi in collaborazione con il Comune di Forino.
Dopo l’apertura del 31 luglio con il 1° Raduno Nazionale dei Gruppi Folk Bambini, infatti, la manifestazione entra nel vivo, da lunedì 8 a mercoledì 10 agosto, con un ricco programma di esibizioni di gruppi folk internazionali e gruppi musicali di matrice popolare.
Il FFF, infatti, amplia lo sguardo e arricchisce la programmazione facendo alternare sul palco le suggestioni ritmiche e i magnifici costumi dei gruppi folk internazionali ai ritmi coinvolgenti della musica che dalle radici popolari trae ispirazione e fondamento.
Premessa generale della manifestazione è però sempre la promozione del territorio che, oltre alle esibizioni sul palco del FFF del Gruppo Folk “Ballo ‘O ‘Ntreccio” durante il Festival, trova la sua vetrina nello spazio dedicato al “Carnevale Forinese”, allestito nella Villa comunale insieme alla mostra di artigianato. 
Il programma della prima serata si apre, alle 20.30 con l’apertura degli spazi dedicati all’enogastronomia, all’artigianato e al Carnevale Forinese; alle 20.45 sale sul palco il gruppo irpino di irish folk “Monaghan” con Verdiana Leone, arpa celtica, Ivan Barbone, violino e Gianfranco Ascolese alla chitarra, per un tuffo nelle fatate atmosfere del Nord Europa. 
Alle 22.30 si scatena il ritmo con “I Bottari di Macerata Campania” e Marcello Colasurdo come ospite speciale. La formazione nasce nel 1999 con il nome di “Le ombre colorate” e in occasione della Festa di S. Antonio Abate, profondamente venerato dai fondatori che allestiscono un carro allegorico per portare avanti la storica tradizione di Macerata Campania. Dal 2006 diventano “Suoni Antichi - I Bottari di Macerata Campania” e iniziano a girare il mondo per divulgare i suoi della Terra di Lavoro. Dal Napoli Teatro Festival, al Carnevale della Culture di Berlino, I Bottari si esibiscono con successo; nel 2015 parte “Amicizia Tour” con brani inediti e promuovono il disco “Live Tour” con il meglio dei loro concerti.
Ospite d’onore dei “Bottari” è Marcello Colasurdo, da oltre trent’anni voce del folk campano. Ex operaio dell’Alenia, Colasurdo ha fatto parte del Gruppo Operaio “‘E Zezi” per oltre diciotto anni; innumerevoli le collaborazioni musicali tra cui quelle con gli Almamegretta, Daniele Sepe, i 99 Posse. Attore autodidatta oltre che cantante, Colasurdo, ha lavorato con registi come Mario Martone, Laura Angiulli e Giorgio Presburger. 
Martedì 9, si apre il XXI “Raduno Internazionale dei Gruppi Folk. Sonorità e danze popolari dal Mondo” che inizia alle 11 a Petruro con il “Laboratorio di Danze Popolari dal Mondo”, prosegue alle 13 con il Pranzo con i Gruppi folk (su prenotazione), alle 18 con la Sfilata dei Gruppi lungo le vie del paese. Alle 20.30 apertura degli stand; alle 21 il grande palco si illumina per le esibizioni dei gruppi provenienti da: Corea del Sud, Nuova Zelanda, Serbia, Brasile, Italia e Repubblica Ceca. 
Mercoledì 10 agosto, si ripete alle 11 il “Laboratorio di Danze Popolari dal Mondo” , alle 13, il Pranzo con i Gruppi Folk (su prenotazione) e alle 18 la Sfilata dei Gruppi. Alle 20.30 apertura degli stand e alle 21.30 il palco sarà prima per la musica dei Monaghan e poi per le rutilanti danze dei gruppi provenienti da: Martinica, Perù, Serbia e Gruppo Folk Ballo 'O 'Ntreccio. 
Spazio anche ai fotoamatori con il II Concorso Fotografico FFF, aperto a tutti e gratuito, cui potrà partecipare chiunque realizzi immagini dei gruppi e del Festival. Regolamento e informazioni sulla pagina Facebook: Forino Folk Festival. 






Note e informazioni generali sugli artisti e sul FFF

IL CONVEGNO del 31 luglio 2016

“LE TRADIZIONI POPOLARI E LE NUOVE GENERAZIONI”
Domenica 31 Luglio 2016, ore 17:30
Sala Consiliare Comune di Forino (Av)

Partecipano: 
Sindaco del Comune di Forino, Avv. Pasquale Nunziata
Dirigente I.C. statale di Forino, Dott. Carmine Iannaccone
Giornalista, Dott.ssa Antonella Russoniello
Responsabile organizzativo FFF, Gerardo Fiorino
Coordinatrice Gruppo Majorette I.C. Forino, Maestra Enza Trerotola, Funzione Strumentale – Rapporti con il Territorio, I.C. di Forino
Coordinatrice G.F. Ballo o’Ntreccio bambini, Maestra Angela Rinaldi
Presidenti e Rappresentanti dei Gruppi Folk bambini che parteciperanno alla manifestazione



FORINO FOLK FESTIVAL - Presentazione

Raduno Gruppi Folk BAMBINI
Forino, 31 Luglio 2016
Raduno Internazionale dei Gruppi Folk, 21ª edizione
Petruro di Forino, 08-09-10 Agosto 2016

Organizzata dalle associazioni Lupetti Petruresi e 'O Ballo 'Ntreccio, con la collaborazione del Comune di Forino, l’Istituto Comprensivo di Forino e la F.I.T.P. (Federazione Italiana Tradizioni Popolari), la manifestazione porta avanti con successo l'incontro tra le tradizioni irpine e le sonorità e danze popolari di tutto il mondo. Conoscere e apprezzare il patrimonio della cultura popolare di altri popoli e far conoscere le caratteristiche e le tradizioni del territorio locale sono gli obiettivi del Forino Folk Festival.
Partecipano al Festival sia Gruppi folk locali, mettendo in scena canti, balli ed abiti della tradizione Irpina e Campana, che gruppi provenienti da altre Regioni d’Italia.
Al “Raduno dei Gruppi Folk Bambini” si esibiscono Gruppi Folk composti da Bambini, di età compresa dai 7 ai 12 anni, provenienti da varie Regioni d’Italia. Da alcuni mesi è stato istituito, in collaborazione dell’Istituto Comprensivo Statale di Forino, il Gruppo Folk Ballo o Ntreccio Junior con l’obbiettivo di trasmettere  le nostre tradizioni ai più giovani, creando quindi continuità alla salvaguardia e valorizzazione della nostra cultura popolare, e trasmettere loro quel senso di appartenenza con il territorio e con le tradizioni popolari.
Inoltre il “Raduno Internazionale dei Gruppi Folk” è un’occasione unica per conoscere ed apprezzare tradizioni, usi e costumi di popoli di altre NAZIONALITÀ del Mondo, espresse attraverso la musica e le danze popolari. Si esibiscono sul palco Gruppi Folk-Dance di vari Paesi del Mondo.
Presente anche la gastronomia, con prodotti tipici del territorio, di Forino in particolare e dell’Irpinia, e la Fiera dell’Artigianato con esposizioni di manufatti che rappresentano il lavoro e la cultura del nostro territorio.
Il Forino Folk Festival si pone  con l’intento di promuovere la cultura e le tradizioni popolari Forinesi ed Irpine, con particolare considerazione al folklore Internazionale, favorendo la salvaguardia e la conoscenza del luogo, dando importanza all’enogastronomia e all’artigianato  del territorio.
EDIZIONI PASSATE – Gruppi partecipanti

Il 1° Raduno Internazionale dei Gruppi Folk a Petruro di Forino si è tenuto  nel 1992. L’obiettivo era anche quello di presentare uno spettacolo folklorico originale e unico sul territorio Irpino, durante il quale lo spettatore ha l’occasione per conoscere ed apprezzare quelle che sono le culture e le tradizioni Italiane e di altri Paesi del Mondo.
Di seguito si è sviluppata la formula del “Forino Folk Festival”, una carrellata di spettacoli spalmati su tre giorni, che includono il caratteristico  Raduno Internazionale dei Gruppi Folk ed altre rappresentazioni tra le quali musica popolare, rock-folk ed esibizioni di gruppi folk locali. Dando la dovuta importanza anche ad attività ludico–culturali come i laboratori di danza popolare, gare di giochi tradizionali, convegni e dibattiti.

Anno 2007 – 14° Raduno Internazionale dei Gruppi Folk
Gruppi Partecipanti: Polonia, Grecia, Repubblica Ceca, Italia

Anno 2009 – 15° Raduno Internazionale dei Gruppi Folk
Gruppi Partecipanti: Costarica, Repubblica Ceca, Bulgaria, India, Italia

Anno 2011 – 16° Raduno Internazionale dei Gruppi Folk
Gruppi partecipanti: Portogallo, Serbia, Turchia, Italia (Molise e Ballo o’ntreccio)

Anno 2012 – 17° Raduno Internazionale dei Gruppi Folk
Gruppi partecipanti: Romania, Perù, Brasile, Armenia, Italia

Anno 2013 – 18° Raduno Internazionale dei Gruppi Folk
Gruppi partecipanti: Bielorussia, Serbia, Slovacchia, Italia (Zompa Cardillo di Montemarano(AV), Sbandieratori Altavilla Irpina (AV), Murgantia di Baselice (BN).

Anno 2014 – Forino Folk Festival-19° Raduno Internazionale dei Gruppi Folk
Skaria di Deliceto(FG), La Pilocca di Roccamandolfi(Is), Sbandieratori Borgo Fontana di Roccamonfina(CE), Ballo o’Ntreccio di Forino (AV), Scuola di Tarantella Montemaranese di Montemarano(AV).
A Paranza R’o Lion (musica popolare)
Kenya, Egitto, Ungheria, Turchia, Slovacchia, Spagna, Italia   

Anno 2015 – Forino Folk Festival-20° Raduno Internazionale dei Gruppi Folk
Molotov d’Irpinia
Tammurriarè
Italia, Georgia, Messico, Argentina, Bulgaria, Taiwan, Brasile

CONTATTI:
Fan Page di Facebook:   Forino Folk Festival
e-mail: info@forinofolkfest.it
cell.: +393206934949
CONCORSO FOTOGRAFICO 

L’Associazione “Lupetti Petruresi 1964”, nell’ambito della manifestazione FORINO FOLK FESTIVAL, organizza il 2° Concorso Fotografico FFF.
Le foto dovranno essere realizzate durante la  21° edizione del Forino Folk  Festival , che si svolgerà a Petruro di Forino nei giorni 8-9 e 10 agosto 2016. 
Costituiranno oggetto del concorso fotografico: le danze e le sfilate dei gruppi, gli abiti tradizionali, gli strumenti utilizzati per le loro musiche e qualsiasi particolare che rappresenti il Festival Internazionale del Folklore. Le foto dovranno essere a colori o in bianco-nero.

REGOLAMENTO
Il concorso è aperto a tutti coloro che intendono partecipare, senza limiti di età.
La partecipazione al concorso è totalmente gratuita. 
Le opere possono essere candidate solo da parte del loro autore, il quale  dichiara e garantisce di possedere tutti i diritti sull’opera, che l’opera non lede alcun diritto di terzi e non viola nessuna legge vigente, dichiara e garantisce inoltre di essere titolare di ogni diritto morale e patrimoniale d’autore. In ogni caso l’autore manleva l’organizzazione da tutte le responsabilità, costi e oneri di qualsivoglia natura che dovessero essere sostenuti a causa del contenuto dell’opera.  
La durata del concorso va dal giorno 8  agosto 2016 al giorno 31  agosto 2016.
Le fotografie dovranno essere inviate tramite email all’indirizzo concorso@forinofolkfest.it, indicando come oggetto “Concorso fotografico FFF 2016”.  Si dovranno, altresì, indicare Nome e Cognome del partecipante, indirizzo di posta elettronica e recapito telefonico
Ogni partecipante può concorrere inviando, entro le ore 24:00 del 13 agosto 2016, fino ad un massimo di 3 (tre) foto in formato JPEG. Sulle immagini non dovrà essere apposta alcuna scritta (es. nome, cognome, pseudonimo,…). Per ogni foto è possibile aggiungere una descrizione o didascalia.
Verranno selezionate  tutte le opere pervenute entro le ore 24:00 del 13/08/2016 (farà fede la data del server), si procederà alla numerazione in modo casuale di ogni singola foto e successivamente alla pubblicazione nella sezione dedicata al concorso  nella pagina facebook FORINO FOLK FESTIVAL.  Il codice di partecipazione di ciascuna foto sarà comunicato via mail a ogni partecipante.
L’Organizzazione potrà a suo insindacabile giudizio escludere opere candidate, nel caso le ritenga fuori tema, non conformi alle regole, di scarsa qualità, indegne o per qualsiasi altro motivo ritenuto valido. 
Le foto pubblicate non dovranno essere soggette a copyright  e a qualsiasi vincolo che possa in qualunque modo limitarne l'utilizzo da parte degli amministratori della Pagina e dell’Associazione organizzatrice.
Ogni autore è responsabile di quanto oggetto delle opere inviate, e, con il loro invio, ne autorizza la pubblicazione. L'autore, con l'invio delle foto, dà atto all'Organizzazione di poter disporre in modo pieno ed esclusivo della stessa opera. Le foto pubblicate resteranno a disposizione dell’ Associazione organizzatrice dell’evento, saranno usate per mostre, cataloghi, libri e pubblicazione sui siti istituzionali degli enti promotori e per eventuali scopi promozionali del “Forino Folk Festival”.
In base a quanto stabilito dalla Legge 196/03, detta "sulla Privacy", la partecipazione al concorso comporta, da parte dell'autore, l'autorizzazione al trattamento, con mezzi informatici o meno, dei dati personali ed alla loro utilizzazione da parte dell'Associazione organizzatrice e/o da terzi, da questa incaricati, per lo svolgimento degli adempimenti inerenti al concorso e degli scopi associativi. I dati personali potranno inoltre essere utilizzati per sottoporre, agli autori stessi, informazioni da parte dell'Associazione organizzatrice.

PREMIAZIONE
Saranno assegnati 2 premi (premio ”LIKES FFF2016” e premio “ GIURIA FFF2016”).
Il premio “LIKES FFF2016” sarà assegnato alla foto che otterrà il maggior numero di “MI PIACE”, entro le ore 24:00 del giorno 31 agosto 2016, nella sezione dedicata al concorso nella pagina ufficiale facebook del FORINO FOLK FESTIVAL. 
Il premio “GIURIA FFF2016” sarà assegnato alla foto scelta dalla giuria tra tutte quelle inviate e pubblicate sulla pagina facebook FORINO FOLK FESTIVAL. La giuria sarà composta da persone estranee all’associazione e il suo giudizio sarà insindacabile. La Giuria sarà composta da:
Dott.ssa Antonella Russoniello, giornalista de Il Mattino, dal prof. Pio Giordano e da un fotografo professionista. I vincitori saranno avvisati tramite-email.
La consegna del premio avverrà previo contatto dell’Associazione organizzatrice.
La partecipazione al Concorso, con relativa pubblicazione delle foto sulla pagina facebook “Forino Folk Festival”, IMPLICA L’ACCETTAZIONE INCONDIZIONATA del presente regolamento.                                       Non sono ammessi alla partecipazione del concorso i soci dell’associazione “Lupetti Petruresi 1964”.         Ai sensi del D.P.R. n. 430 del 26.10.2001, art. 6, il presente concorso non è soggetto ad autorizzazione ministeriale.  


GRUPPO FOLK “BALLO O ‘NTRECCIO” - ASSOCIAZIONE “LUPETTI PETRURESI 1964” 

Il Gruppo Folk “ Ballo O'Ntreccio” è stato istituito nel 1983 a Forino nella piccola frazione Petruro, in seno al Gruppo Sportivo Lupetti Petruresi, associazione fondata nel 1964. La denominazione di tale associazione è stata modificata nel 2009 in “Lupetti Petruresi 1964”.
Il G.F. "Ballo o 'ntreccio" propone la valorizzazione e lo sviluppo delle tradizioni locali che riguardano usi, costumi, musica e danza. Partecipa a scambi socio-culturali con altri gruppi folklorici esteri e non.
Per poter apportare la propria disponibilità e collaborare con altri Gruppi che conseguono gli stessi scopi si è affiliato alla F.I.T.P.(Federazione Italiana Tradizioni Popolari). In occasione del centocinquantenario dell’Unità d’Italia, nel Marzo 2011, il Gruppo Folk è stato riconosciuto dal MIBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali) “Associazione di Interesse Nazionale”.
 “O’ntreccio”(l’intreccio), ballo da cui è stato dato il nome al gruppo folk Petrurese, è uno dei simboli più importanti del Carnevale irpino. E’ un ballo processionale, che prevede appunto l’intreccio di cerchi decorati con nastri variopinti, che creano un effetto particolare ed unico. Questo tipo di ballo veniva eseguito spesso durante la vendemmia, durante le pause lavoro, poi successivamente fu introdotto nelle varie rappresentazioni del Carnevale Forinese. La velocità dell’intreccio è vertiginosa e continua, alimentata dalla tarantella forinese, e cioè la martignanese, che per tradizione si suona ancora oggi il Lunedì in Albis durante la tradizionale gita fuori porta in località Martignano. Col passare degli anni il repertorio del gruppo viene arricchito con altri balli (il carcere di Pulcinella, il doppio cerchio, il ballo a quattro, la quadriglia, il fiore, la famosa tarantella napoletana, ecc.), tammurriate, canti popolari e farse Carnevalesce come La canzone di Zeza, la Storia di Carnevale, il Carcere di Pulcinella. Il gruppo folk è formato da circa 40 persone tra ballerini, musicisti e personaggi tipici del Carnevale forinese (Pulcinella, Zeza, Don Nicola, Scivanotto, Vicenzella, Giudice, Scigna sbruvignata, ecc.). Gli strumenti dell’orchestra sono la ciaramella, la fisarmonica, la grancassa, il rullante, i piattini, il triccabballacche e tammorre. 
L'associazione nel 1992, per favorire la conoscenza delle tradizioni e della cultura popolare di diversi paesi, organizzò la prima edizione della “Rassegna Internazionale dei Gruppi Folk”, lo scopo dell'iniziativa è quello di diffondere, attraverso il folklore e le tradizioni popolari, un messaggio di pace, di amicizia e di speranza, ed un invito alla comprensione ed alla fratellanza tra i popoli. La manifestazione, che si svolge ogni anno ad Agosto a Petruro di Forino, è ormai divenuta una realtà consolidata nel territorio Forinese, difatti nel 2013 è giunta alla sua 18^ edizione.
In questi anni hanno calcato il palcoscenico della rassegna gruppi provenienti da Daghestan, Ucraina, Nuova Zelanda, Perù, Spagna, Grecia, Russia, Ungheria, Romania, dalla dissolta Cecoslovocchia, Senegal, Francia, Polonia, Repubblica Ceca, India, Costarica, Bulgaria, Portogallo, Serbia, Turchia, Bielorussia, oltre a numerosi gruppi italiani.
Nel 1994 il gruppo folk “Ballo O'Ntreccio” andò a Pitesti in Romania per partecipare alla rassegna internazionale dei Monti Carpati e ospitò in occasione della terza edizione della propria rassegna il gruppo rumeno. Gli scambi si alternarono anche in base alle disponibilità economiche, così nel 1996 si andò a Kaloka (Ungheria), nel 2001 a Kalavrita(Grecia), nel 2004 a Sinnai (Cagliari), nel 2006 a Lodz (Polonia), nel 2009 a Zlin (Repubblica Ceca), nel 2011 a Porto de Mós (Portogallo), nel 2013 a Vranje (Serbia), nel 2014 Crikvenica (Croazia).

I GRUPPI 2016

Brasile 
Il Gruppo di Tradizioni Popolari "ACAUÃ DA SERRA", fondata il 1 ° maggio 1986 a Campina Grande, Paraíba, Brasile. Presenta lo spettacolo "Raizes do Brasil", allo scopo di diffondere la forma primordiale della cultura brasiliana con i loro costumi, danze e canti tradizionali regionalista. 
Ha partecipato a numerosi festival Locale,regionale, nazionale e internazionale di folklore su invito del CIOFF (Consiglio Internazionale delle Organizzazioni di Folklore Festival) e PRO-LOCO, in Spagna e in Portogallo, Francia, Belgio e Italia.  Nel 2000, 1 ° posto trofeo Press Paraíba, promosso dall'Unione professionale di giornalista di Paraíba. 
Il gruppo è attualmente composto da 20 a 30 componenti, tra danzatori, ballerini e musicisti.  La direzione del gruppo è il geografo e professore di UEPB-Me-Agnaldo Barbosa dos Santos,Coordinatore musicale Caio César e Coreografo Roberto Gomes. Il gruppo appartiene alla Università di Stato di Paraíba-UEPB.
Martinica
Il gruppo “Pomme Cannelle” ha il origine il 7 marzo 1983 nel Atlantico a nord della Martinica (località Basse-Pointe). Nel giugno 1986 è stato dichiarato dalla prefettura di Trinidad la danza Pomme cannelle (associazione legge 1901 senza scopo di lucro). Nel corso degli anni questo balletto ha viaggiato per il mondo (Giappone, Russia, Canada, Stati Uniti, Francia, Croazia, Spagna, Italia, Belgio, Turchia, Polonia, Ucraina, Louisiana, ecc …) Da ottobre 2006, il Balletti Pomme Cannelle per la loro notorietà diventano Pom'Kanel Dance Company, che fanno parte dell grande tradizione di gala Martinica (alberghi, feste, ecc ...) e continuano a rappresentare la Martinica e Francia nei maggiori festival di tutto il mondo. 
L'evocazione delle radici africane di Haiti, con  rituale voodoo attraverso la beguine, valzer, mazurka, Calenda e la zip-zap (taglio della canna da zucchero), senza dimenticare le danze del carnevale che offre la compagnia di danza Pom'Kanel, che ora è il più celebre balletto di Martinica e nei Caraibi.

Nuova Zelanda
Te Tai Tonga kapa haka è diventata una organizzazione iconica nella comunità Manurewa e da alle famiglie l’opportunità di celebrare il patrimonio culturale Maori.  In armonia alla Manurewa Marae, Te Tai tanga (TTT) fornisce un luogo sicuro e potenziale per le famiglie per riunirsi in comunità e condividere esperienze positive.  Una delle principali caratteristiche del gruppo è quanto sia aperto a tutti i membri e le famiglie delle regioni del Manurewa e Auckland.  Tutte le persone, a prescindere dalla loro condizione sociale, sono incoraggiate a celebrare le tradizioni di essere tangata whenua di Aotearoa (gente indigena della Nuova Zelanda) in termini di lingua, tradizioni e storie. In particolare, Te Tai Tanga è una risposta alle molte persone di Maori che vivono nell’ambiente urbano dell’Auckland.  Esso fornisce un senso di appartenenza e orgoglio alla nostra esistenza urbana quotidiana e settimanale, dove molti di noi vivono lontani dalle nostre origini tradizionali.  Te Tai tanga ispira interazione tra le generazioni ed è uno sfondo di terreno fertile per innovazioni potenti che preservano le nostre saggezze tradizionali e permettono l’evoluzione di nuove idee. Con la performance culturale maori (kapa haka) come una funzione centrale, Te Tai Tonga è un terreno fertile per nuovi leadership che hanno visto il gruppo avere successo a livelli regionali, nazionali ed internazionali in altre aree tipo sport, istruzione ed imprenditorialità.

Perù
L’Associazione Culturale C.I.D.A.N. “MI PERU” dal 15 novembre 1985 è un’associazione culturale senza fini di lucro, e ha come obiettivo quello di salvaguardare, ricercare e soprattutto di difendere le tradizioni e i vissuti del peruviano delle nostre tre regioni: Costa, Sierra e Amazonia. Lavoriamo con i ritmi e i movimenti ancestrali (trasmessi dagli antenati), la galanteria popolare e la pedagogia dell’amore come elemento nel quale basiamo le nostre strategie per raggiungere i risultati che ci siamo posti.
Attualmente la nostra Associazione Culturale C.I.D.A.N. “MI PERU” con una storia di 30 anni, è un referente patrimoniale riconosciuta dall’illustre “Municipalidad De Lima”, “Municipalidad De San Juan De Miraflores”, “Municipalidad De Surco”, “Nasca”, “Pueblo Libre”, “Andahuaylas”, il Congresso Nazionale e molteplici organismi internazionali.
Disponiamo di danzatori e musicisti professionali che mostrano il nostro folklore con coreografie autentiche, senza stilizzazioni e false interpretazioni in repertori vari. Abbiamo partecipato a diversi Festival Nazionali, Internazionali in America, Europa e Asia. Organizziamo anche “L’ Incontro Mondiale del Folklore Mi Peru” a Lima, Nasca, Andahuaylas e Pueblo Libre, nel mese di febbraio e marzo di ogni anno nel quale partecipano 15 Paesi di tutto il Mondo, mostrando il meglio del Folklore del proprio paese. La nostra Associazione Culturale è diretta dalla maestra Anita Zapata Flores, ricercatrice, diffondatrice, musicista, cantante, coreografa e danzatrice con 26 anni di direzione artistica la quale ha ricevuto innumerevoli onorificenze in America Latina, Europa e Asia per le sue meravigliose messe in scena dei Valori Tradizionali Autoctoni Nativi Peruviani. Nella direzione artistica vi è anche il maestroMartin Arauco Parades, ricercatore, musicista, coreografo e danzatore con 41 anni di direzione artistica riconosciuto e premiato in diversi Festival Mondiali.
L’A.C. C.I.D.A.N. “MI PERU” dispone di un personale selezionato di musicisti e danzatori provenienti da diversi Paesi della nostra Patria, compagnia di musica e danza del Millenario Folklore INKA, Patrimonio Culturale del Perù. Nei nostri 30 anni abbiamo percorso il nostro sacro Perù e il nostro Patrimonio Culturale dell’Umanità “CUSCO” da ciò la nostra Associazione Culturale C.I.D.A.N. “MI PERU” con riconoscimento ufficiale del Ministero della Cultura del Perù, ottiene per la terza volta consecutiva il “TRI CAMPEON NAIONAL E INTERNACIONAL” di musica e danza, FESTIVAL DEL SOL INTI RAYMI 1999- 2000- 2001 premiati con il massimo premio che conferisce il “CUSCO EL PACHAKUTI DE ORO”.
Percorriamo anche Paesi dell’America, realizzando spettacoli di gala nei migliori Festival Internazionali e Mondiali del Folklore e in sale da concerto ottenendo i migliori elogi, giudizi da specialisti dell’Arte Tradizionale, stampa e TV.
L'associazione ha realizzato tourneè fino in Europa invitati in occasione del “Festival Internazionale di Montoire Sur le Loir” in Francia, “ YI – LAN Folklore Internazionale dei Bambini”, “Folkgame Festival” in Taiwan e “CIOFF” in Italia.
“UNENDO I CUORI DEL MONDO” IX INCONTRO INTERNAZIONALE DEL FOLKLORE MI PERU 2016
Con la partecipazione di 15 Paesi del Mondo, si partirà dal giovedi 11 alla domenica 21 febbraio 2016 nella città di Lima e Andahuaylas accompagnando il XIV Incontro Nazionale e Internazionale del Carnevale Originario del Perù.
“Unendo i cuori del Mondo” VII Incontro Internazionale del Folklore Mi Peru 2015, giunge alla sua ottava edizione con il grande lavoro di incentivare l’educazione, la solidarietà, l’integrazione e la pace tra tutti i Paesi del Mondo.  L’ Incontro Internazionale del folklore Mi Peru nacque nell’auditorium del ICPNA nel pieno Centro Storico di Lima il 25 marzo 2008. E’ sempre la nostra maestra Anita Maribel Zapata Flores a dirigere il nostro Incontro Internazionale del Folklore Mi Peru. Ogni anno presentiamo 15 delegazioni Folkloristiche di taglia internazionale con la partecipazione di 250 artisti tra musicisti e danzatori in scena.
“Unendo i cuori del Mondo” offre alle delegazioni che partecipano alimentazione, hotel, trasporto, tour per la città durante le date indicate. Quest’anno si parte dal lunedi 2 (inaugurazione) a domenica 15 marzo ( chiusura) dalle 6 p.m. nella città di Andahuaylas e Lima capitale del Perù.

Repubblica Ceka
Il gruppo di danza di AYFAS - Repubblica Ceca è attratto dalla regione Wallachia, principalmente la regione delle città Roznov e Vsetín. Il gruppo è accompagnato da musica cimbalom o occasionalmente dalla musica Fiddler.
Gli  strumenti popolari dell’orchestra - violino, viola, contrabbasso, flauto, cimbalom e cornamuse. Il gruppo di danza folk è stata fondata nell'ottobre 1995 dalla  scuola di ballo, arte e musica Cestice. L'ensemble è specializzata principalmente nella regione etno di Wallachia (parte nord della Moravia), ma anche dalla slovacca e regioni della Boemia. Il programma copre i balli tipici della regione Wallachia etno, musica, giochi tradizionali, danze spettacolo, artigianato tradizionale e canti popolari.
Ragazzi - Ballerini – hanno alti cappelli sulle loro teste, decorate con ginepro, ai piedi hanno scarpe chiamate "krpce", che sono fatti di vera pelle. Avanti parti del costume popolare sono un gilet rosso (giacca popolare) e una camicia blu tamburo-lavoro. Le ragazze hanno una camicetta blu tambour-lavoro, gilet rosso (giacca popolare). Ogni ragazza può avere anche un perno di dispersione, che un fidanzato dovrebbe darle. La parte bassa del costume è composto da sottovesti, una gonna e un grembiule blu di stampa.
Il costume di lavoro è più semplice - i ragazzi hanno cltohes fatte di tow-tela e ragazze hanno borghese bianchi - una gonna di tela. Una testa di ragazza è decorato da un nastro rosso e i capelli sono intrecciati in trecce. Le donne sposate hanno il capo coperto da una sciarpa . In inverno hanno sciarpe di lana. I costumi provengono dalla regione della Wallachia, che appartiene ai luoghi più poveri con condizioni difficili e il duro lavoro.. Il nostro programma è molto arrichito ricco da danze, musica, canzoni. Durante la nostra prestazione usiamo diversi accessori - in programma primavera utilizziamo rastrelli, carriole e zappe. Un tipico ballo dei ragazzi di Wallachia è ""odzemek" e "obu?kov?", balli di coppia, i ragazzi cantano e ballano con le ragazze. Una ddelle danze più belle e la danza nuziale. Le  ragazze cantano canzoni di montagna. Queste canzoni appartengono a questa regione perché è situato nelle montagne Beskydy ed era un modo di comunicazione tra i Pastori, che è tipico di questa regione.
Il Gruppo si esibito in diversi festival come: Austria, Danimarca, Serbia, Croazia, Grecia, Regno Unito, Francia, Ungheria ...
Leader Musica: Mr. Jiri Silhan - Coreografia: la signora Jarka Vondráková

Serbia 
La società culturale e artistica " SOKO " di Indjija Ë stata fondata nel 1948 ed Ë formata da circa 200 componenti divisi in gruppi di diverse età.  Il gruppo ha all'attivo diverse trasferte all'estero in Croazia , Bosnia-Erzegovina , Macedonia, Bulgaria , Ungheria, Grecia , Repubblica Ceca , Polonia, Slovenia , Italia, Spagna , Danimarca, Germania e Russia.  L'obiettivo del gruppo e quello di riscoprire e divulgare giochi, canti , danze e tradizioni provenienti da tutta la Serbia. Il gruppo ha ottenuto numerosi riconoscimenti e premi ia in patria che all’estero.

Corea del Sud
La compagnia di danza di Kim è stato istituito dal 2002 a  Seoul (Corea del Sud). Esegue balli e canti popolari. Viaggiano all'estero per partecipare a Festival 2 volte in un anno. Sono stati in Thailandia Filippine, India, Turchia, Olanda, Stati Uniti, Cina, Malta, Dubai, Italia. La maggior parte dei suoi componenti sono insegnanti e professori.