SITO UFFICIALE

venerdì 30 settembre 2016

Contemporanea...mente 2016, 6.22. ottobre 2016, Chiesa del Carmine, Avellino

L’ASSOCIAZIONE ZENIT 2000 di Avellino presenta CONTEMPORANEA…MENTE 2016 
ASPETTANDO LE NOTE RITROVATE

Con l’autunno 2016 torna la tradizionale Rassegna CONTEMPORANEA…MENTE  con la quale l’ASSOCIAZIONE ZENIT 2000 di Avellino propone all’affezionato e competente pubblico irpino il consueto sguardo alla musica classica e alle tematiche contemporanee. Anche quest’anno Il sottotitolo ASPETTANDO LE NOTE RITROVATE chiarisce l’intento di creare un percorso musicale variegato in preparazione dell’evento clou della programmazione artistica dell’Associazione, LE NOTE RITROVATE,  col sottotitolo 23NOVEMBRE80 IN MEMORIA, a consueto ricordo del sisma che nel 1980 sconvolse l’Irpinia. La Rassegna CONTEMPORANEA…MENTE 2016, con la direzione artistica del M°MASSIMO TESTA, dopo l’evento inaugurale del marzo scorso, si sviluppa su un percorso di quattro concerti che dal 6 Ottobre al 18 Novembre consentiranno di affrontare le più variegate tematiche della Musica Classica, con uno sguardo sensibile al ‘900 affiancato alla valorizzazione delle giovani realtà locali e ad un omaggio ad autori classici di cui ricorrono gli anniversari: in particolare 100 anni dalla morte del compositore spagnolo ENRIQUE GRANADOS e i 200 anni dalla morte del nostro GIOVANNI PAISIELLO. L’Edizione 2016 del Festival, inoltre presenta la novità della costola CONTEMPORANEA…MENTE GIOVANI, con gli eventi di novembre dedicati alle migliori realtà solistiche e cameristiche dei nostri Conservatori e Istituti Musicali sia sotto l’aspetto strumentale che vocale. Il tutto in virtù dei nuovi progetti dell’ASSOCIAZIONE ZENIT 2000, che abbracceranno il percorso dei laboratori giovanili di formazione e perfezionamento, con progetti mirati già dal 2017. 
Luogo ufficiale della Rassegna, come consuetudine, la suggestiva CHIESA DEL CARMINE di Avellino, grazie al Patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Avellino. In più un appuntamento, quello del 13 Novembre, ospitato in un’ adeguata location della Città di Atripalda, grazie al patrocinio della relativa Amministrazione. I concerti avranno inizio tutti alle ore 19.00.
Si inizia Giovedì 6 Ottobre con l’evento IL VIOLONCELLO NELL’ERA MODERNA. In pedana un talentuoso duo del panorama irpino, il violoncellista SERGIO DE CASTRIS e il pianista GIUSEPPE GIULIO DI LORENZO, già affermato a livello nazionale e internazionale con un curriculum ricco di concorsi vinti e presenze in rassegne cameristiche di rilievo. Una fantasia musicale, concerto monografico dedicato in particolare al repertorio moderno italiano per violoncello e pianoforte. In programma musiche di F. Cilea, G. Martucci, S. Fuga.
Sabato 22 Ottobre secondo appuntamento con l’OMAGGIO A ENRIQUE GRANADOS. Il TRIO ZENIT 2000 proporrà due partiture tra le più intense e ricercate del repertorio classico e tardo romantico, il Trio op. 99 di F. SCHUBERT e il Trio op.50 di E. GRANADOS. In pedana MASSIMO TESTA al violino, CRISTIANO DELLA CORTE al violoncello, PIERFRANCESCO BORRELLI al pianoforte. 
Due appuntamenti con CONTEMPORANEA…MENTE GIOVANI per chiudere in Novembre. Domenica 13 OPERA STUDIO – IL DEBUTTO, con il FALSTAFF di G. Verdi proposto integralmente con Solisti, Coro e Pianoforte in forma semiscenica, una novità assoluta per la provincia di Avellino. Venerdì 18 l’evento dedicato a GIOVANNI PAISIELLO, con i giovani esecutori dell’ENSEMBLE GIOVANILE ZENIT 2000 che si cimenteranno col grande repertorio classico e romantico
L’evento, patrocinato anche dalla Regione Campania, è in collaborazione con l’Associazione PER CASO SULLA PIAZZETTA di Avellino, CASTELLI d’IRPINIA®, ARENA PIANOFORTI, Il CLUB LIONS AVELLINO HOST, e vede la partecipazione di CASARREDO, Montemiletto (AV)
L’ingresso agli eventi è libero.



giovedì 29 settembre 2016

Festa della Vendemmia, 9 ottobre 2016, Tufo


Per le vie del borgo dal ribollir de' tini va l'aspro odor dei vini l'anime a rallegrar...




Nel comune di Tufo, un bellissimo borgo irpino famoso per il Greco di Tufo DOCG, la comunità si sviluppa su modelli ecosostenibili facendo leva sull’enoturismo e sulla valorizzazione dei prodotti tipici.
La Pro Loco Tufo con la Festa della Vendemmia giunge  alla sua quarta edizione.
Nata per sensibilizzare e coinvolgere  i bambini e i ragazzi di Tufo, il paese del rinomato vino Greco di Tufo, vuoi per la felice formula ludico-educativa che per il messaggio di coinvolgimento intercettato da fasce sempre più sensibili di amanti dell’enoturismo, la manifestazione ha assunto le dimensioni e la caratteristiche di una vera e propria festa tradizionale di sapori e di profumi.
Si, perché la festa la si è voluta collocare proprio nel cuore del periodo della vendemmia che coinvolge gran parte della comunità tufese, che propone al visitatore sensazioni ed emozioni di un tempo, nel mentre intorno è tutto un lavorìo: nei campi e nelle cantine sparse, dove per le vie del borgo dal ribollir de’ tini va l’aspro odor dei vini l’anime a rallegrar.
La giornata di domenica 9 ottobre 2016, invece, dedicata al “vino nuovo” inizierà di buon mattino con il raduno nella piazzetta Gramsci, che ospita lo storico Monumento Ai  Caduti delle guerre e delle missioni di pace e il più recente monumento bronzeo dedicato ai  minatori di Tufo, realizzato dal famoso artista Giuseppe Di Marzo.
Non solo da Tufo ma anche da altri comuni della provincia di Avellino e da tutta la Campania, centinaia di bambini accompagnati dai loro familiari potranno degustare la prima goduto di una genuina colazione, per poi dirigersi verso i vigneti di un’area loc. Branete, dove potranno vestire i panni di piccoli “vignerons” e vivere in prima persona una esperienza davvero unica nel suo genere.
Verso mezzogiorno la folta schiera dei giovani vignaioli farà ritorno con decine di casse piene di uva, depositandola nei tini appositamente predisposti nella piazza centrale del paese e accompagnati dalla colonna sonora della Montemaranese.
Qui l’uva raccolta sarà benedetta dal parroco di Tufo Don Fabio Zollo che avrà idealmente esteso il sacro rito a tutto il prezioso raccolto delle pregiate vigne che circondano l’area DOCG del Greco di Tufo.
Sotto le lame di un sole dal sapore quasi estivo, nella cornice della suggestiva Piazza “Umberto” I,  adornata di tralci e vissilli, si svolgerà il pranzo al termine del quale si celebrerà il rito vinificatorio vero e proprio, con i bambini che scopriranno il gusto della pigiatura a piedi nudi, originando un nettare di uva davvero unico nel suo genere.



Sentieri Mediterranei - Eventi in Abbazia, 1.2 ottobre 2016, Abbazia del Loreto Mercogliano



 

Per Eventi in Abbazia nell’ambito di Sentieri Mediterranei saranno omaggiati i compositori Enrique Granados e Francesco Paolo Tosti a 100 anni dalla nascita ed Erik Satie a 150 anni dalla nascita.
Gli Eventi degli Anniversari, curati dall’Associazione Igor Stravinsky, proporranno sabato 1 ottobre “Goyescas”, omaggio a Granados, interpretato dal duo spagnolo formato da Sofia Cabruja e Carles Lamauno dei duo pianistici più riconosciuti in Europa, con una carriera internazionale che lo ha portatioad esibirsi in sedi importanti quali Carnegie Hall (New York), Kolarac Memorial Hall (Belgrade), Teatro Solís (Montevideo).  Suona regolarmente in capitali come Parigi, Londra, Madrid, Bruxelles, Roma, Barcellona, Milano, Praga, Belgrado, Tokyo, Kuala Lumpur, Shangai, S. Pietroburgo, Mosca, Buenos Aires in recital a quattro mani o insieme ad orchestre tra cui la London City Chamber Orchestra, Orquestra Simfònica de Sao Paulo,  Orchestre de Chambre du Namurois, Tokio Chamber Orchestra,  Malaysia Philarmonic Orchestra e Hermitage State Orchestra.
Dopo il diploma presso il Conservatorio di Barcellona, Carles e Sofia hanno continuato la loro formazione musicale, dapprima presso la Ecole Normale di Parigi e successivamente presso la Hartt School of Music (Università di Hartford, USA).
Carles & Sofia sono “Steinway Artists”.




Invece domenica 2 ottobre sarà la volta di “Le bouffes napolitains” - omaggio a Francesco Paolo Tostie Erik Satie interpretato dal pianista Francesco Pareti e da Ilaria Iaquinta, soprano napoletano che dopo il Diploma presso il Conservatorio di Napoli “San Pietro a Majella”. si è perfezionata con Mirella Freni e Sherman Lowe per l’opera italiana, con Antonio Florio per la musica francese e barocca e con Christa Ludwig per il Lied tedesco. Vincitrice di concorsi internazionali tra cui il Concorso lirico “Francesco Albanese” e il Festival della romanza da salotto di Conegliano Veneto “Pier Adolfo Tirindelli”, si è esibita presso l Festival di Ravello, Festival di St. Denis, Kolner Philarmonie, Stadtheater di Monaco. Ha partecipato come artista del coro all’Opera-film in mondovisione “Traviata a Paris” con la direzione di Zubin Metha e la regia di Patroni Griffi. E’ stata interprete principale in alcune opere buffe tra cui Le Cantatrici villane di V. Fioravanti al Teatro Savoia di Campobasso e La Dirindina di Domenico Scarlatti al Capri Opera Festival - regia Mariano Bauduin- Real Cappella del Teatro di San Carlo. Ha collaborato con il Teatro Rendano di Cosenza, il Teatro Verdi di Trieste e la Fondazione Teatro La Fenice di Venezia. 






venerdì 23 settembre 2016

Giornate Europee del Patrimonio, 24.25 settembre 2016, Salerno, Nocera Superiore, Maiori, Minori, Ascea, Buccino


GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO 24 e 25 settembre 2016
Le iniziative della Soprintendenza 
sul territorio di Salerno 
                
Ogni anno il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio (GEP), manifestazione promossa nel 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea con l’intento di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra le Nazioni europee. Si tratta di un’occasione di straordinaria importanza per riaffermare il ruolo centrale della cultura nelle dinamiche della società italiana. All’iniziativa, com’è ormai tradizione, aderiscono anche moltissimi luoghi della cultura non statali tra musei civici, comuni, gallerie, fondazioni e associazioni private, costruendo un’offerta culturale estremamente variegata, con un calendario che spesso arriva a sfiorare i mille eventi. Uno straordinario racconto corale che rende bene l’idea della ricchezza e della dimensione “diffusa” del Patrimonio culturale nazionale: da quello più noto dei grandi musei alle meno conosciute eccellenze che quasi ogni paese può vantare e deve valorizzare.  Le Giornate Europee del Patrimonio avranno luogo:   sabato 24 settembre  con orari e costi ordinari nel corso della giornata e apertura straordinaria serale di tre ore al prezzo simbolico di 1 euro, con le gratuità previste consuetamente per legge.  Domenica 25 settembre con orari e costi ordinari. La Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino, diretta da Francesca Casule, ha organizzato sul territorio di competenza le  seguenti iniziative.   


SALERNO Domus romana del Vicolo della Neve
La domus romana nel centro storico
Sabato 24 e domenica 25 settembre, sarà eccezionalmente aperta al pubblico la domus romana del Vicolo della Neve a Salerno.
 Informazioni    
Costo del biglietto: gratuito 
Luogo: Salerno, vicolo della Neve  (centro storico) 
Data e Orario: sabato 24 e domenica 25 settembre ore 9.00-13.00 e 15.00-19.00 
Telefono: 089/5647201 
sar-cam.promozione@beniculturali.it  

SALERNO Complesso monumentale di San Pietro a Corte
Iniziative e apertura straordinaria  
La Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino, con il patrocino del Comune di Salerno e con la collaborazione dell’Archivio di Stato di Salerno, del Liceo Statale “T. Tasso” di Salerno e dell’Associazione Culturale “Il Contrapasso” di Salerno ha organizzato le seguenti iniziative.
Sabato 24 settembre
10.30 Archivio di Stato di Salerno - Largo all’esperto: conferenza dell’arch. Giovanni Villani  L'eccezionale valore universale dei SITI UNESCO della provincia di Salerno 
orario 18.00 – 21.00 Complesso San Pietro a Corte - Il racconto del Patrimonio: Visite guidate al Complesso a cura del Gruppo Archeologico Salernitano
20.00/23.00 –  Apertura straordinaria del Complesso di San Pietro a Corte con una   Performance a cura degli alunni del Liceo Classico "T. Tasso" di Salerno
Domenica 25 settembre
 10.00 – 13.00 -  Complesso San Pietro a Corte - Spettacolo di danze antiche a cura dell'Associazione Culturale Contrapasso
10.00 /13.00 - Complesso San Pietro a Corte - Il racconto del Patrimonio: Visite guidate al Complesso a cura del Gruppo Archeologico Salernitano
Informazioni
Costo del biglietto: gratuito
Luogo: Salerno, larghetto San Pietro a Corte (centro storico)
Data e Orario: sabato 24 sett. 9.30/18.30  e 20.00/23.00  domenica 25 sett. 9.30/18.30
rosamaria.vitola@beniculturali.it 

SALERNO Museo Virtuale della Scuola Medica Salernitana
Visita il Museo
In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio è possibile visitare il Museo Virtuale della Scuola Medica Salernitana.  Il museo virtuale non contiene oggetti, nè documenti autentici, non più reperibili, ma, attraverso installazioni multimediali e stereoscopiche, intrattiene il visitatore in un percorso immersivo e coinvolgente, seppure rigoroso e puntuale.
Informazioni    
Costo del biglietto: 3 euro - ridotto 2 euro 
Prenotazione: Nessuna 
Luogo: Salerno, Via Mercanti -  Museo virtuale della scuola medica salernitana 
Orario: sabato 24 ore 9.30 / 13.00 e 17.00 / 20.00 domenica 25 ore 10.00 / 13.00 
Telefono: 089 318106 
mariacristina.lenzi@beniculturali.it 


NOCERA SUP.  (SA) Nuceria Alfaterna / Teatro romano e Necropoli
Apertura straordinaria 
1) La necropoli di Nuceria Alfaterna
Nocera Superiore, necropoli monumentale
La visita guidata all'area della necropoli dell’antica Nuceria Alfaterna in 
località Pizzone permetterà di conoscere la storia della città antica 
attraverso la descrizione di una delle sue più importanti evidenze 
archeologiche.
Ingresso: gratuito
Luogo: località Pizzone, Nocera Superiore
Orario: sabato 24 e domenica 25 settembre 9.00-13.00 e 15.00-19.00
Contatti: 081/932052; sar-cam.nocera@beniculturali.it

2) Il teatro di Nuceria Alfaterna
Nocera Superiore, teatro ellenistico-romano
La visita guidata all'area del teatro ellenistico-romano dell’antica Nuceria 
Alfaterna in località Pareti permetterà di conoscere la storia della città 
antica attraverso la descrizione di una delle sue più importanti evidenze 
archeologiche.
Ingresso: gratuito
Luogo: località Pareti, Nocera Superiore
Orario: sabato 24 e domenica 25 settembre 9.00-13.00 e 15.00-19.00
Contatti: 081/932052; sar-cam.nocera@beniculturali.it

MAIORI (SA) Complesso Abbaziale di SANTA MARIA DE OLEARIA 
Apertura straordinaria
A cura della Soprintendenza  Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Salerno e Avellino con la collaborazione del Comune di Maiori.
Il complesso abbaziale di S. Maria de Olearia è composto di tre piccole chiese sovrapposte dedicate alla Vergine Maria e a San Nicola, affrescate a partire dal X sec. Sorse come eremo tra il 973 e il 987 ad opera dell'anacoreta Pietro e del nipote Giovanni, fu protocenobio benedettino e poi Badia, chiamata de Olearia per i rigogliosi ulivi che la circondavano.
Informazioni    
Costo del biglietto: gratuito 
Prenotazione: Nessuna 
Luogo: Maiori, S.S. 163 - Complesso abbaziale di Santa Maria de Olearia   
Data e Orario: 24 e 25 settembre 2016  ore 09.00 / 13.00 e 15:00 / 19.00 
Telefono: 089 318106  sabap-sa@beniculturali.it 
   
MINORI (SA) Villa romana
Visite guidate alla villa romana
L’area archeologica della villa romana e l’antiquarium di Minori prendono parte alle Giornate Europee del Patrimonio 2016 in programma sabato 24 e domenica 25 settembre. Sabato 24, nel corso dell’apertura serale, sarà possibile prendere parte alle visite guidate gratuite organizzate dalla Pro loco di Minori (prenotazione consigliata).  
Informazioni   
Costo del biglietto: gratuito 
Prenotazione: Facoltativa 
Luogo: Minori, Via Capo di Piazza, 28 – 84010,    Area archeologica   
Data e Orario: sabato 24 settembre:9.00-22.30 (ultimo ingresso 22.00); domenica 25 settembre: 9.00-14.00 
(ultimo ingresso 13.30)
Telefono: 089/852893  Fax: 089852893
sar-cam.minori@beniculturali.it   

ASCEA (SA) Parco archeologico Elea-Velia
Apertura serale a Velia
Sabato 24 e domenica 25 settembre sono in programma numerosi appuntamenti, realizzati in collaborazione con il comune di Ascea, sia durante il consueto orario di apertura al pubblico che nel corso dell’apertura straordinaria che consentirà di accedere all’area archeologica nelle ore serali pagando un biglietto simbolico di un euro.  
Durante l'apertura serale, alle ore 20.00, è prevista la rievocazione della danza dei Salii e la degustazione di piatti tradizionali dell'antica Roma nei pressi della biglietteria all'interno del Parco archeologico.  
Alle ore 21.00, invece, è in programma l'iniziativa “Velia romana. Tra imperatori e filosofi”, visita tematica gratuita al complesso di età imperiale nell’area della Masseria Cobellis e al piccolo antiquarium a cura del gruppo archeologico velino.
Informazioni    
Costo del biglietto: 1,00 euro 
Prenotazione: Nessuna 
Luogo: Ascea, c.da Piana di Velia 84046  - Parco archeologico di Elea-Velia 
Data e Orario: sabato 24 settembre: 19.30-22.30 (ultimo ingresso ore 21.00); rievocazione danza dei Salii: 20.00;            visita tematica ore 21.00 
Telefono: 0974 972396; 0974 271016 (biglietteria) 
E-mail: sar-cam.velia@beniculturali.it 

ASCEA (SA) Parco archeologico Elea-Velia
Velia romana. Nuovi dati dalle recenti indagini archeologiche
Presso l'area della biglietteria del Parco archeologico di Velia, si terrà la presentazione dal titolo "Velia romana. Nuovi dati dalle recenti indagini archeologiche" a cura di Luigi Cicala, Università Federico II di Napoli, e Verena Gassner, Università di Vienna. Introdurrà Maria Tommasa Granese, responsabile del Parco Archeologico di Velia. 
 Informazioni    
Costo del biglietto: accesso libero alla presentazione; ingresso al parco 3,00 euro 
Luogo: Ascea, c.da Piana di Velia 84046 - Parco archeologico di Elea-Velia 
Data e Orario: 24 settembre 2016   10.30 
Telefono: 0974 972396; 0974 271016 (biglietteria) 
sar-cam.velia@beniculturali.it 

ASCEA (SA) Parco archeologico Elea-Velia
La dieta mediterranea dall’antichità greco-romana ad Ancel Keys
Presso la Masseria Cobellis all'interno del Parco archeologico di Velia, si terrà la tavola rotonda del Convegno sul tema "La dieta mediterranea dall’antichità greco-romana ad Ancel Keys", organizzato dai comuni di Pollica e Ascea e dall'associazione Mare Mythos.
Per maggiori informazioni sul Convegno:  www.museovivodelmare.it 
Costo del biglietto: accesso libero alla tavola rotonda; ingresso al parco 3,00 euro 
Prenotazione: Nessuna 
Luogo: Ascea, c.da Piana di Velia 84046 - Parco archeologico di Elea-Velia 
Data e Orario: 24 settembre 2016 15.00 
Telefono: 0974 972396; 0974 271016 (biglietteria) 
sar-cam.velia@beniculturali.it 

ASCEA (SA) antistante Parco archeologico Elea-Velia
Velia romana. Legio I Italica
In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2016, sabato 24 e domenica 25 settembre alle ore 9.30, nell'area antistante il Parco archeologico di Velia, è in programma l'evento "Velia romana. Legio I Italica" con l'apertura dell'accampamento e laboratori didattici. L'iniziativa è realizzata in collaborazione con il comune di Ascea e le associazioni del territorio. 
Informazioni    
Costo del biglietto: gratuito 
Prenotazione: Nessuna 
Luogo: Ascea, Parco archeologico di Elea-Velia 
Orario: 24 e 25 settembre 2016    9.30 
Telefono: 0974 972396; 0974 271016 (biglietteria) 
sar-cam.velia@beniculturali.it    

ASCEA (SA) Parco archeologico Elea-Velia
"Velia romana" - visita tematica
Sabato 24 e domenica 25 settembre, per tutti coloro che visiteranno il Parco archeologico di Velia sarà possibile partecipare all'iniziativa “Velia romana”, una visita tematica gratuita al quartiere meridionale e al cantiere di scavo archeologico a cura dell’Università degli Studi Federico II (durata 30 minuti).  
Sabato 24, inoltre, è prevista una visita guidata completa al parco archeologico a cura del concessionario arte'm (prenotazione consigliata) 
Informazioni 
Costo del biglietto: 3,00 euro 
Prenotazione:   Telefono prenotazioni: 0974 271016 
Luogo: Ascea, c.da Piana di Velia 84046 -  Parco archeologico di Elea-Velia 
Orario: sabato 24/09 visita tematica: 12.00; domenica 25/09 visita tematica: 13.00. sabato 24/09 visita al parco archeologico: 17.00 
Telefono: 0974 972396; 0974 271016 (biglietteria) 
sar-cam.velia@beniculturali.it 

BUCCINO (SA) Museo archeologico
Volcei e il suo territorio
Il Museo archeologico di Buccino partecipa alle Giornate Europee del Patrimonio in programma sabato 24 e domenica 25 settembre, prolungando anche l’apertura al pubblico fino alle ore 24.00 nella giornata di sabato. In tutte e due le giornate sarà possibile usufruire del consueto servizio di visite guidate a cura della locale Pro loco. 
Nel corso dell’apertura serale di sabato, inoltre, sono in programma momenti musicali e una degustazione di piatti locali, sia all’interno del chiostro, che appartiene al Convento degli Eremitani di Sant’Agostino che ospita il Museo, che negli spazi museali veri e propri. 
L’iniziativa di domenica affiancherà alla consueta offerta museale una giornata d’interesse per tutto il territorio con il raduno di auto storiche, organizzato in sinergia tra la Pro Loco Volcei, l’Autoscuola Nardi e il club ASI e con il patrocinio del comune di Buccino. 
Informazioni   
Costo del biglietto: 6,00 euro; Riduzioni: sabato 24 settembre 1,00 euro: 19.00-24.00 
Prenotazione: Facoltativa; Telefono prenotazioni: 339/3119217 
Luogo: Buccino, Piazza Municipio, 1 – 84021,   Museo Archeologico Nazionale di Volcei 'Marcello Gigante' 
Data e Orario: sabato 24 settembre: 9.00-13.00/15.00-24.00; domenica 25 settembre: 9.00-13.00/15.00-19.00 
Telefono: 0828/951815 - 3393119217 Fax: 0828951815
sar-cam.buccino@beniculturali.it 




giovedì 22 settembre 2016

Aggiornato il portale ufficiale di CASTELLI D'IRPINIA®

AGGIORNATO IL PORTALE CASTELLIDIRPINIA.COM...

Clicca sul link




Festa della Vendemmia, 8 ottobre 2016, Castelfranci






Notti alle Fontane, 23.24 settembre 2016, Banzano di Montoro





Open Day, Teatro 99Posti, 25 settembre 2016, Torelli di Mercogliano

Al Teatro 99Posti “Open Day” di presentazione dei Laboratori teatrali 2016/17 per scoprire che ogni età è ideale per scoprire se stessi nella magia del teatro.

Domenica 25 settembre, dalle 18 alle 19,30, il palco del Teatro 99Posti, in via Traversa a Torelli di Mercogliano, riaccende le sue luci per accogliere il pubblico che parteciperà alla Presentazione dei Laboratori Teatrali 2016/17 “RitmoParolaSentimento di Esseri Umani”.

Il team degli insegnanti del “piccolo” di Mercogliano, ha infatti pensato che non ci fosse modo migliore per far capire la bellezza e l’utilità di un laboratorio teatrale che farlo sperimentare in un “Open Day” aperto a bambini, ragazzi e adulti.

L’offerta didattica del Teatro 99Posti infatti è articolata su quattro segmenti: il Laboratorio di Comunicazione Verbale e Non Verbale condotto da Paolo Capozzo; il Laboratorio per Bambini e quello per Ragazzi, condotto da Maurizio Picariello ed Elena Spiniello e il Laboratorio di Teatro-Danza condotto da Antonella De Angelis.

Per tutti i Laboratori vale l’esperienza ultra-ventennale di tutti gli insegnanti coinvolti, che, anno dopo anno, ne hanno costantemente evoluto i contenuti e i metodi, mirando al sempre maggiore coinvolgimento dei partecipanti e al rendere l’appuntamento con il teatro un momento di crescita personale prima ancora che di acquisizione dei tecniche, di dizione o di movimento.

Unico nel suo genere in Irpinia, il Teatro 99Posti ambienta tutti i Laboratori direttamente in palcoscenico, in modo tale che si rompa immediatamente ogni indugio e ci si abitui a calcare le tavole di legno con naturalezza e familiarità. In quello spazio, poi, si fanno molte conquiste, diventando consapevoli della propria fisicità, della voce, della capacità di impersonare ruoli e storie diverse imparando, in tal modo, quanto è prezioso e arricchente il sapere guardare le cose da un punto di vista nuovo e diverso.

Nè è da trascurare il fatto che lo spettacolo finale, che conclude sempre il lavoro dei Laboratori, è sempre una creazione originale o la rilettura di un classico, tagliata a misura della classe perché ogni allievo sappia esprimere al meglio il lavoro svolto nel corso dell’anno.

Da sempre attento al sociale il Teatro 99Posti, grazie alla collaborazione con l’Associazione Comunità Accogliente presieduta da Letizia Monaco, mette a disposizione 4 borse di studio destinate ad altrettanti ragazzi/adulti migranti che potranno partecipare gratuitamente al percorso di formazione. Un gesto concreto per dare una mano a questi giovani, invisibili agli occhi della popolazione.

A questo punto non resta che gettarsi nell’esperienza, magica e trasformativa, del teatro così come lo intende il 99Posti che, grazie alla qualità del lavoro svolto negli anni, è oggi a pieno titolo uno dei luoghi di punta del teatro di ricerca in Campania e nel Sud.

Info: www.teatro99posti.com - info@teatro99posti.com - 348.5144339 328.4143794

Notizie sui Laboratori Teatrali 2016/2017

RitmoParolaSentimento di Esseri Umani
Laboratori di Teatro, di Danza e di Comunicazione 
INTRODUZIONE 
I Laboratori del Centro Studi Teatro 99Posti sono uno “spazio privilegiato” in cui le persone (di qualsiasi età) possono liberare le proprie potenzialità espressive e sviluppare la creatività personale, in un percorso formativo che, prima ancora che sulle tecniche della recitazione o della danza, si concentra su 3 aspetti attinenti la persona: il Corpo (ivi inclusa la Voce),  la Percezione (e la memoria personale), il Sentimento.
Questi tre “ambiti”, con modalità diverse, coerentemente con l’età e l’esperienza degli allievi, vengono sollecitati, allenati e sviluppati in tutti i nostri laboratori.
In sintesi, si studia per interpretare altri da se’, ma si parte inevitabilmente dall’analisi di se stessi, da ciò che siamo, da come appariamo, da quello che vorremmo essere. 


LABORATORIO TEATRALE
Il percorso formativo dei laboratori teatrali ha diverse sfaccettature che possiamo riassumere in:
GRUPPO: lavoro che consiste nell’instaurare tra/con gli allievi uno spirito di squadra, fare di un manipolo di sconosciuti un insieme coeso in cui ci si fida gli uni degli altri e che condivide un obiettivo comune.
CREATIVITÀ: lavoro di potenziamento delle capacità di ascolto, di lettura, di analisi, di sintesi, di narrazione, d’interpretazione, di transcodifica, di scrittura creativa di “testi”, di improvvisazione
TECNICA: studio di tecniche e pratiche nell’ambito delle seguenti discipline:
Respirazione e Uso della Voce
Linguaggio non verbale e Uso del Corpo
Dizione e corretta pronuncia
Osservazione e Analisi del comportamento 
Rudimenti di Scenotecnica 

Di fatto, tutte le attività svolte sono finalizzate a perseguire una serie di obiettivi specifici che di seguito elenchiamo: 
Conquista della padronanza di sé.
Valorizzazione dell'espressività corporea e mimico-gestuale.
Valorizzazione della spontaneità e creatività
Scoperta delle potenzialità musicali del corpo
Valorizzazione delle potenzialità della voce 
Acquisizione dei rudimenti di dizione
Capacità di destrutturazione delle storie lette o ascoltate per cogliere gli elementi propri del testo
Caratterizzazione dei personaggi (chi è? dove si trova? cosa pensa? cosa fa? quando lo fa? perché lo fa?)
Memorizzazione di battute e movimenti di scena 
Tenuta del livello di attenzione
Verbalizzazione e socializzazione delle esperienze 
Capacità di lavorare in gruppo 
Superamento dei disagi
Rispetto delle regole
Scelta, reperimento e classificazione dei materiali.
In correlazione a tali obiettivi specifici il laboratorio contribuisce in modo rilevante anche allo sviluppo delle competenze chiavi di cittadinanza (di questo aspetto ci piacerebbe discutere con gli istituti scolastici) 


LABORATORIO di DANZA e TEATRO DANZA

“Non esiste corpo che non possa danzare. Per poterlo fare, però, occorre mettersi in relazione con la propria fisicità indagandone le possibilità e i limiti, acquisendo una più ampia consapevolezza di sé e una nuova sensibilità. La danza necessita di sviluppare un rapporto profondo con il proprio corpo, diverso da quello quotidiano, che ci permette di incontrare quel mondo interiore fatto di sensazioni, emozioni, immagini e ricordi che sono l’origine di un movimento espressivo” (cit. Campo Teatrale). 
Quindi particolare attenzione è dedicata all’ascolto, per sperimentare le proprie capacità di sentire, guardare, copiare, integrarsi, distinguersi o omologarsi.
Questo laboratorio è un percorso di acquisizione e di risveglio del proprio linguaggio corporeo attraverso lezioni strutturate e non, ricerca, sperimentazione, confronto.  
Coniuga insieme linguaggi diversi creandone di fatto uno nuovo sintesi tra il realismo teatrale e l’astrattismo della danza. 
Lavora sulle tecniche di danza contemporanea, sulla contact improvvisation, ma anche sull’uso “teatrale” del corpo e della voce – in un percorso che prevede la presenza di più docenti di diverse discipline.
I laboratori di danza con cadenza settimanale si realizzano attraverso:
- riscaldamento e preparazione fisica a terra e nello spazio;
- esercizi di coordinazione, disponibilità ed ascolto;
-ricerca e improvvisazione guidata su temi specifici;
-composizione coreografica.
Si allenano l’ascolto attivo e sensoriale, la coralità, la ricerca di un linguaggio personale manifestazione della propria unicità, l’arte dell’Improvvisazione, il lavoro di composizione. 
Si esplorano le diverse dinamiche performative tra l’essere in scena da soli o con gli altri

3 PUNTI DI ECCELLENZA 
Il primo punto è costituito dall’ambiente in cui si svolgono i Laboratori. Non uno stanzone vuoto e anonimo, ma uno spazio preposto ad accogliere teatro e danza. Il Teatro 99 Posti permetterà agli allievi di conoscere, interagire e lavorare in un contesto “reale”, vedendo dal vivo, sul campo, come è possibile utilizzare ed integrare i diversi linguaggi di scena (recitazione, luci, musica, …) 
La qualità dei docenti, ognuno con esperienza pluridecennale e riconosciuta professionalità, che si alterneranno all’interno dei singoli corsi.
Altro aspetto innovativo da rilevare è l’uso della Tecnologia. Infatti, ci si avvarrà di un PC connesso in rete e collegato ad un videoproiettore per visionare il materiale multimediale disponibile sul web in modo da allargare lo spettro degli esempi e delle esperienze, visionando insieme agli allievi il materiale di altri laboratori, spezzoni di spettacoli teatrali o di danza, performance di compagnie da tutto il mondo.
Non solo. La tecnologia servirà a fare riprese e foto durante gli incontri, per poi rivederli ed analizzare insieme agli allievi gli esercizi fatti. Tale attività favorirà il confronto tra “cosa si prova” facendo un esercizio e “cosa si vede” visionando lo stesso esercizio dall’esterno (interazione tra livello emotivo e linguaggio del corpo).

ESPERIENZE SPECIALI 
Particolare importanza, nel curriculum dei nostri laboratori, hanno 
la collaborazione con l’AIPA per la realizzazione di un Laboratorio teatrale stabile per ragazzi affetti da Autismo (ancora oggi attivo)
l’esperienza realizzata con bambini affetti da Balbuzie e Mutismo selettivo che ha visto all’opera un team formato da due esperti teatrali, una psichiatra infantile e una pedagogista.   
Nel campo pedagogico la creatività ha assunto negli ultimi tempi un ruolo predominante ai fini di un migliore sviluppo sia individuale, sia sociale. 
Il teatro, per la sua natura intrinseca di spazio/tempo separato dalla quotidianità, assume in un contesto formativo lo status di luogo protetto dove sviluppare processi di consapevolezza e di trasformazione dell’individuo, utilizzando le tecniche dell’attore, infatti, si affinano quelle capacità fondamentali per un armonioso auto-sviluppo quali: l’immaginazione, la creatività, la competenza emotiva, la capacità di osservazione, l’imitazione, la conoscenza e la gestione del proprio corpo.
In tal senso il teatro propone un percorso di crescita attraverso un lavoro individuale inserito in un progetto di gruppo; stimolando le competenze relazionali, la conoscenza reciproca, la condivisione degli spazi, la cooperazione, la valorizzazione dell’eterogeneità. In questi laboratori, grazie al percorso terapeutico e teatrale si tenta di costruire spazi di esperienza emotiva, far fare delle esperienze ai partecipanti, inserendoli in gruppi e strutture dove lo scorrere del tempo è più lento e si riflette sulla vita. Non solo utilizzare il teatro come terapia ma come strumento pedagogico in grado di contribuire al superamento delle fragilità o utilizzarle come risorse.

4 Borse di studio per i migranti di Comunità Accogliente
Grazie alla collaborazione con l'associazione Comunità Accogliente e la sua presidente Letizia Monaco, quest'anno il Teatro 99 posti mette a disposizione 4 borse di studio destinate ad altrettanti ragazzi/adulti migranti che potranno partecipare gratuitamente al percorso di formazione. Un gesto concreto per dare una mano a questi giovani, invisibili agli occhi della popolazione.

I CORSI

LUNEDI
Teatro BAMBINI
16,30 - 18,30

Teatro ADOLESCENTI
18,30 - 20,30

DANZA – Teatro Danza
21,00 – 22,30 
MARTEDI
Teatro RAGAZZI
17,30 – 19,30

Teatro ADULTI - Secondo Anno
20,00 – 22,00
GIOVEDI
Teatro ADULTI - Primo Anno
20,00 – 22,00



BREVE CURRICULUM dell’Associazione Co.C.I.S.
Il Co.C.I.S. (Coordinamento delle Compagnie Irpine di Spettacolo) nasce nel 1996 come cooperazione di idee e di risorse ad opera di varie realtà Teatrali, Culturali e Musicali Irpine operanti sul territorio ed in campo nazionale. In questi 20 anni di attività 
Grazie ad un accordo con il comune di Mercogliano (AV) ha ristrutturato un centro sociale in disuso e ha creato il Centro Studi denominato TEATRO 99 POSTI, che ancor oggi gestisce. Cfr. www.teatro99posti.com
Ha reso viva la struttura e l’ha fatta conoscere in Campania come uno dei luoghi più propositivi e attenti al teatro contemporaneo e di innovazione
Ha censito le compagnie teatrali amatoriali e professionali operanti sul territorio della provincia di Avellino
Ha prodotto spettacoli, organizzato festival, rassegne ed eventi
Ha creato un Laboratorio permanente con vari corsi di Teatro, Danza e Comunicazione, rivolti a bambini, ragazzi e adulti.
Ha curato, insieme a un team di esperti medici, vari Laboratori teatrali per ragazzi affetti da autismo, mutismo selettivo, balbuzie. 
Ha collaborato con la Provincia di Avellino, Settore Cultura, (dal 2001 al 2006) per la realizzazione di visite animate, spettacoli a tema e percorsi animati e multisensoriali nel Museo Irpino, curatori: Gianni Di Nardo, Paolo Capozzo, Elda Martino.
Ha collaborato 
con Enti territoriali quali: ASL N.2 di Avellino, Comune di Avellino, Provincia di Avellino, Comune di Mercogliano, Casa Circondariale di Lauro, Casa Circondariale di Bellizzi Irpino, Teatro Comunale “Carlo Gesualdo” di Avellino;
con Associazioni operanti sul territorio Irpino quali:  “Lustri Teatro” di Solofra, “Teatro di Gluck” di Avellino,  “La casa sulla Roccia” di Avellino,  Ass. “Castellarte” di Mercogliano, “Vernice Fresca” di Avellino,  Ass. “Misericordia” di Mercogliano, Ass. “Laceno d’Oro” di Avellino.
Ha vinto vari premi e riconoscimenti per i propri lavori in tutta Italia 


I NOSTRI FORMATORI
PAOLO CAPOZZO
Attore, drammaturgo e formatore con circa 10mila ore trascorse tra Corsi in aula e Laboratori. 
Socio Fondatore del Teatro 99 Posti (AV). 
Laureato in Scienze dell’informazione, il suo curriculum è supportato da 35 anni di esperienza come attore e sceneggiatore teatrale e cinematografico. 
Ha ricevuto diversi Premi e riconoscimenti, tra cui, gli ultimi: nel 2009 – Premio di Miglior Testo Teatrale per “L’ultimo fiore” al Concorso Nazionale di Letteratura e Teatro “Osservatorio” – Bari; nel 2010 – Premio come Miglior Attore Al Festival Nazionale “Teatro XS” (II ed.) – Salerno – per l’interpretazione in “Storie di Terra di Suoni e di Rumori”; lo spettacolo si è aggiudicato nella stessa edizione anche il Premio come Migliore Spettacolo assegnatogli dalla giuria D.A.Vi.Mu.S. (Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, Corso di Laurea in Discipline delle Arti Visive, della Musica e dello Spettacolo dell’Università di Salerno); nel 2010 – Premio Unicoop Tirreno per testi di monologhi con “1980, cronaca tragicomica di un anno” - Festival  Nazionale di Teatro “Premio Stella d’Oro” Allerona (TR); nel 2013 – Premio Migliore Spettacolo al Festival “Città di Vico Equense” per “Storie di Terra di Suoni e di Rumori”, nell’allestimento del Co.C.I.S. per la regia di Gianni Di Nardo,  che lo vede coinvolto come attore oltre che come autore.

MAURIZIO PICARIELLO 
Diplomato al corso O.S.A.T.E. Art Theatre Counselors (Istituto Teatrale Europeo).
La sua formazione in continua evoluzione è stata segnata in particolar modo, dalla Scuola d’arte drammatica Paolo Grassi di Milano, dalla scuola internazionale di teatro Jacques Lecoq di Parigi e dall’Odin Theatre. 
E’ stato allievo tra gli altri di Jos Houben, Maria Consagra, AnnaPaola Bacalov, Jordi Forcadas, Filippo Timi, Mariagiovanna Hansen, Francesco Niccolini, Salvatore Mancinelli.
Attualmente impegnato come attore in una produzione italo-polacca e nella conduzione di numerosi gruppi laboratoriali.

ELENA SPINIELLO
Lavora in teatro da oltre ventanni anni, il suo percorso formativo è stato segnato dall'incontro con la Scuola d’arte drammatica Paolo Grassi di Milano e la scuola internazionale di Teatro Jacques Lecoq di Parigi, ha inoltre frequentato workshop con Antonio Latella, Studio Festi, Jos Houben, Maria Consagra, Alessandro Baricco, Manlio Santanelli ,Moni Ovadia, Luigi De Filippo, AnnaPaola Bacalov. In teatro ha lavorato con Gigi Savoia, Patrizio Rispo, Enzo Toma, Francesco Niccolini e in numerose produzioni di teatro contemporaneo. In Televisione ha lavorato per un anno in una trasmissione condotta da Luca Abete, ha partecipato come attrice alla trasmissione in onda su Rai Uno “Verdetto Finale”. E’ conduttrice di laboratori teatrali presso scuole di ogni ordine e grado, teatro e associazioni. E’ socia fondatrice dell'associazione teatrale Assud che si occupa di promozione sociale e del Teatro di Gluck, compagnia che nasce storicamente nel 1991 e che da allora ha partecipato a festival e rassegne nazionali ed internazionali, sviluppando un proprio modo di fare teatro e di rapportarsi al pubblico.

ANTONELLA DE ANGELIS  
Si è formata  in danza classica, danza modern e contemporanea, contact, laboratorio coreografico presso: Scuola “Gay Troisi” Teatro San Carlo Napoli, Ials Roma, Rosella Hightower Cannes, Studio Dancework Torino, Alvin Ailey New York, Scuola del Balletto di Roma, Mara Fusco Napoli, Balletto di Toscana e Opus Ballet Firenze.                   
Nel 1990 si laurea in Scienze Motorie presso ISEF di Napoli
Dal 1992 studia e pratica Shiatsu (col titolo di Istruttore), Tai chi, Qi Gong, Kung fu
Tra i più recenti percorsi di danza , workshop e residenze creative : Peter goss (Parigi), Fortunato Angelini (London Contemporary Dance School), Max Luna (Alvin Ailey New York), Ludmill Cakalli (Milano) , Alberta Palmisano (Milano), Giorgio Rossi (Sosta Palmizi, Cortona), Adriana Borriello, Francesco Scavetta, Susanne Linke (Berlino).  
Dal 1989 si occupa di  Direzione  e Insegnamento  per il  Centro Studi Danza  “Arte in movimento” ad Avellino di cui è la fondatrice. Principali maestri ospiti e supervisori della scuola :  Ludmill Ciakalli per il Classico, Max Luna III per la tecnica Horton,  Alberta Palmisano  per il  Modern contemporaneo, Piero Leccese Contact contemporaneo.