SITO UFFICIALE

giovedì 8 febbraio 2018

Lucio Bastolla al Teatro d'Europa, 10 febbraio 2018, Cesinali (Av)

AL TEATRO D’EUROPA

LUCIO BASTOLLA con lo spettacolo comico “Ai Bagni Regina Margherita l’improbabile rappresentazione della Francesca da Rimini”


Sabato 10 febbraio alle ore 20.30 e domenica 11 febbraio alle ore 19.30 LUCIO BASTOLLA in “Ai Bagni Regina Margherita l’improbabile rappresentazione della Francesca da Rimini” diretta e interpretata da Lucio Bastolla con Luigi Frasca Pasquale Colabene e Giandomenico Coppola. Continuano con successo le rappresentazioni della Stagione Teatrale al Teatro d’Europa “Un Teatro per tutti”. “Sarà un mese intenso di spettacoli al Teatro d’Europa.” dichiara il direttore artistico Luigi Frasca “Infatti già il prossimo fine settimana è in programma un nuovo inedito spettacolo della Compagnia Teatro d’Europa “La neve azzurra” di Angela Caterina tratto dal racconto di Anselmo Botte – Il racconto giusto – Testimonianze di chi ha vissuto la tragedia dell’Isochimica di Avellino e poi sabato 24 e domenica 25 febbraio la Compagnia Instabile e Traballante del Rione Sanità dell’Ospedale Moscati di Avellino debutteranno con lo spettacolo –Ditegli sempre di si” di E. De Filippo. E poi altro ancora…seguiteci!”  La “Francesca da Rimini” di Antonio Petito è tra le farse più esilaranti che il panorama drammaturgico napoletano, ancora oggi, può offrire.
Quella del Petito non è l’unica parodia che si ispira all’omonima tragedia scritta da Silvio Pellico. È presente anche un’altra, scritta da Scarpetta. I motivi e le ragioni che spinsero quest’ultimo ad elaborare una nuova parodia ispirata a “La Francesca da Rimini” non si conoscono. A parte il prologo, riscritto ex novo, la vera novità introdotta nella “sua” Francesca consiste nella citazione dei versi originali di Silvio Pellico ai quali Petito, forse per ragioni storico-sociali, accenna superficialmente, vero fulcro intorno al quale ruota tutta la parodia. Lo spettacolo che presentiamo è il risultato della fusione di queste due commedie. Fusione che vede prevalere la versione Petitiana nel prologo e quella Scarpettiana nella seconda parte, quella dedicata alla parodia vera e propria. Nel nostro allestimento, si è anche trasferita l’azione scenica, non più in un teatro, ma in uno stabilimento balneare degli inizi del ‘900. Tra cabine e ombrelloni, una sgangherata compagnia teatrale, scritturata per intrattenere i bagnanti con le loro farse, suo malgrado, è costretta a mettere in scena la tragedia di Pellico. Inizia la prova e i nostri poveri comici s’imbattono in un ostacolo per loro quasi insormontabile: la lingua italiana. Risultato? Uno spettacolo dove si ride tanto e di gusto, pieno di gag, situazioni comiche e battute esilaranti. Una perfetta macchina scenica nella quale tutti i personaggi concorrono a creare una vorticosa spirale di comicità che trascina gli spettatori in un “continuum” d’ilarità e di divertimento. Coinvolgimento e buon umore è la miscela scelta per questo spettacolo e se è vero che ridere fa buon sangue… Ridere! Ridere! Ridere!
Per info e biglietti: Teatro d’Europa - Cesinali (Via Valle, 18) telef. 0825/667366 - 331/5481067- www.teatrodeuropa.com 


Nessun commento:

Posta un commento